venerdì 7 dicembre 2018

BLOG TOUR - "Mimmo e la stella di Natale" di Chicco Padovan

Buongionro miei carissimi lettori, come state? Ormai dicembre è iniziato da qualche giorno e l'aria di Natale si sente sempre di più. Oggi vi porto la prima tappa del blog tour dedicato a un libro natalizio, "Mimmo e la stella di Natale" di Chicco Padovan. La mia tappa consiste nell'analizzare le citazioni presenti nel romanzo facendo qualche domanda all'autore. Colgo l'occasione per ringraziare l'autore e la casa editrice per la grande opportunità.

Titolo: Mimmo e la stella di Natale
Autore: Chicco Padovan
Casa Editrice: Les Flaneurs Edizioni
Data d'uscita: 5 dicembre 2018
Prezzo: 10,00€


Mimmo e la stella di Natale è certamente una fiaba, ma anche un percorso di formazione. Il racconto è disseminato di numerose citazioni di classici della letteratura per ragazzi, alcune più palesi di altre. È proprio di queste citazioni che parleremo oggi con l’autore, che ha risposto ad alcune mie domande.



Ciao Chicco, benvenuto a Lettrice di Sogni. Il tuo libro si apre con una citazione de L’uccellino azzurro, una commedia teatrale di Maurice Maeterlinck. Non è un’opera molto conosciuta. Quando ne hai sentito parlare per la prima volta? Cosa più ti ha colpito della sua storia?

Ciao Marty! Grazie a te per ospitare Mimmo nel tuo blog. Sì, L’uccellino azzurro oggi non è molto conosciuto. Esistono due vecchi film tratti dalla commedia: Alla ricerca della felicità con Shirley Temple e Il giardino della felicità con Elizabeth Taylor. Nei primi anni Ottanta passavano spesso alla televisione. Ho conosciuto L’uccellino azzurro tramite questi film. Un paio di anni fa, inoltre, ho tradotto il testo di Maeterlinck in italiano. Ho sempre amato la scena iniziale della commedia, in cui una megera si rivela essere una bellissima fata. Ho pensato che fosse l’inizio perfetto per la mia storia.

Mimmo passa attraverso l’armadio e si ritrova sulla luna, un chiaro riferimento a "Le cronache di Narnia". Cosa ti lega ai romanzi di Lewis? Da piccola spesso mi nascondevo nell'armadio per poter passare in un altro mondo: hai mai provato ad entrare nell'armadio per lo stesso mio motivo?

No, non mi sono mai nascosto nell'armadio, ma ora che ci penso potrebbe essere un’ottima idea. Chissà quali mondo meravigliosi mi stanno aspettando…
Il riferimento a Le cronache di Narnia non era premeditato. Mi serviva un mezzo per spostare Mimmo da un luogo all’altro. Mi è tornato in mente il guardaroba de La strega il leone e l'armadio. È il romanzo di Natale per eccellenza. 

Il viaggio di Mimmo mi ricorda quello di Dorothy de "Il meraviglioso mago di Oz". Qual è il regno fantastico in cui ti sei trovato meglio tra i vari proposti? Perché? Credi che ogni persona abbia bisogno del "suo mondo fantastico" per scappare ogni tanto dalle difficoltà della realtà?

Amo profondamente Il meraviglioso mago di Oz. È il mio primo libro e tutt'oggi uno dei miei preferiti. Mimmo attraverso l’armadio non si sposta in un altro mondo, rimane nella nostra realtà, seppur interpretata in chiave fiabesca. Visita la luna, Verona, Nazareth e il Polo Nord. Direi che la parte più divertente da scrivere è stata quella ambientata sulla luna, con la regina dei topi.
Nella letteratura per ragazzi il viaggio in un mondo fantastico permette al protagonista di acquisire le risorse per risolvere i problemi che deve affrontare nella realtà. Se il mio racconto può divertire o regalare un attimo di evasione al lettore, non posso che ritenermi soddisfatto.

 
A proposito della regina dei topi e del suo esercito di topolini, è chiaramete una citazione de "Lo schiaccianoci". Ho conosciuto questa storia a una lezione di danza. Tu come sei entrato in contatto con questo racconto? Qual è il più grande messaggio che Hoffmann vuole comunicarci con questa storia? Tu cosa ne pensi? Questo messaggio lo possiamo trovare anche all'interno del tuo libro?

Ho scoperto Lo schiaccianoci a tredici anni. Venne realizzata una trasposizione cinematografica del balletto con ‎Macaulay Culkin – sì, il protagonista di Mamma ho perso l’aereoIn seguito ho letto il racconto di T. A. Hoffmann. Ne esiste una splendida edizione illustrata da Roberto Innocenti.
Lo schiaccianoci è una fiaba romantica. Mimmo e la stella di Natale è un percorso di crescita. Credo che la base comune sia il viaggio di cui parlavo prima. Permette ai protagonisti di rinnovarsi e iniziare una nuova fase della loro vita.

Queste sono le mie domande all'autore sulle citazioni che ritroviamo nel suo libro, ora non mi resta che sperare che questo articolo vi sia piaciuto e segnalarvi le altre tappe del blog tour.

7 dicembre - Le citazioni della fiaba su Lettrice di sogni
9 dicembre - Gli incontri di Mimmo su Il mondo di SimiS
11 dicembre – Intervista all'autore su La città dei libri sognanti

13 dicembre – Recensione su Vuoi conoscere un casino?

mercoledì 5 dicembre 2018

REVIEW TOUR - "Dieci Giorni Per Vivere" di Noemi Storzillo

Buongiorno miei carissimi lettori, come state? Oggi vi porto la recensione di "Dieci giorni per vivere" di Noemi Storzillo. Ringrazio l'autrice per avermi fornito la copia. Vi ricordo che se volete comprare i libri che vi consiglio, vi chiedo gentilmente se potete farlo attraverso i link che vi lascio siccome sono affiliata ad Amazon. A voi non cambia nulla, non pagate nulla di più, ma se fate i vostri acquisti tramite i miei link, Amazon mi da un piccola percentuale del prezzo di copertina del libro. I soldi guadagnati, mi servono per alimentare il blog. Grazie per il supporto.


Titolo: Dieci Giorni Per Vivere
Autore: Noemi Storzillo
Casa Editrice: StreetLib
Data d'uscita: 26 giugno n2018
Pagine: 304
Prezzo: 12,99€
Dove Trovarlo:



Bessie ha solo diciannove anni ma le resta ben poco da vivere, solo dieci giorni. Eppure la ragazza non è malata, anzi gode di ottima salute ma purtroppo il suo destino è già scritto; la clessidra, sul comodino accanto al letto, segna chiaramente quanto tempo le resta prima di morire e il suo incedere incessante le ricorda costantemente che il tempo vola e che niente e nessuno può fermarlo. Bessie trascorre ben diciannove anni della sua vita allontanandosi da tutti e rinchiudendosi in se stessa ma solo quando mancano pochissimi giorni al suo decesso, solo quando si rende realmente conto di quanto prezioso è il tempo che le resta, la ragazza decide che è giunta l'ora di vivere, di vivere per davvero.
 
Miei carissimi lettori, prima di iniziare a parlare di questo libro vorrei scusarmi per l'assenza di questo periodo, ma l'università mi stanca davvero molto e la sera non riesco più a leggere. Ogni tanto però, riesco a leggere qualcosina per potervi portare ancora qualche recensione. Oggi vi parlo di "Dieci Giorni per Vivere" di Noemi Storzillo, autrice che ho conosciuto grazie ad una collega. Mi vorrei scusare con entrambe se questa recensione non sarà al 100% delle mie possibilità, ma sono sotto esami e il tempo e la testa sono questi.
Provate ad immaginare di svegliarvi domani e di rendervi conto che vi mancano solo 10 giorni prima di morire. Cosa pensereste? Cosa fareste per vivere al meglio i vostri ultimi giorni? Noi abbiamo la fortuna, o la sfortuna (dipende dai punti di vista), di non sapere quando lasceremo questa Terra quindi non sappiamo cosa può aver provato la protagonista quando si è svegliata e ha realizzato che le mancavano solo dieci giorni di vita. Provate a immaginare un'adolescente che si sveglia al mattino e vede sul comodino la clessidra che segno lo scorrere del suo tempo. Penso non esista sensazione più brutta che svegliarsi con la consapevolezza che entro pochi giorni morirai. In quel momento, alla nostra protagonista è venuto spontaneo pensare a come ha vissuto fino a quel momento e si è resa conto di aver sprecato quei pochi anni di vita a fare cose futili senza trovare soddisfazione in nessuna di queste. Per questo motivo decide di vivere appieno gli ultimi giorni rimasti. 
Parto con il dire che mi è dispiaciuto tantissimo di non aver apprezzato appieno questo libro, ma come ho detto all'inizio, l'università mi stanca molto. L'idea di base è molto originale e adatta a un libro di questo genere. All'inizio la protagonista non l'ho trovata eccezionale, ma poi sono riuscita a comprenderla. Lo stile di scrittura è molto diretto e fluido e permette di leggere senza troppe difficoltà il libro. C'è l'instalove, idea che poco apprezzo, ma in questo caso non c'erano altre soluzioni in quanto il libro si svolge in dieci giorni. Ottimo libro da leggere per poter riflettere su come si sta vivendo la propria vita in questo momento. E' un libro che da un perfetto punto di riflessione e ti aiuta a capire le proprie priorità. 



giovedì 29 novembre 2018

REVIEW TOUR - "Figlie di nuova era" di Carmen Korn

Buongiorno miei carissimi lettori, come state? Oggi vi porto la recensione di questo libro molto particolare: "Figlie di nuova era". Vorrei ringraziare di cuore la casa editrice per la copia e per la grande opportunità in quanto non penso che avrei mai letto il libro se non fosse stato per questo evento. Vi ricordo che se volete comprare i libri che vi consiglio, vi chiedo gentilmente se potete farlo attraverso i link che vi lascio siccome sono affiliata ad Amazon. A voi non cambia nulla, non pagate nulla di più, ma se fate i vostri acquisti tramite i miei link, Amazon mi da un piccola percentuale del prezzo di copertina del libro. I soldi guadagnati, mi servono per alimentare il blog. Grazie per il supporto.


Titolo: Figlie di nuova era
Autore: Carmen Korn
Data d'uscita: 18 ottobre 2018
Casa Editrice: Fazi Editore
Pagine: 552
Prezzo: 17,50€
Dove Trovarlo:


Uno strano destino, quello delle donne nate nel 1900: avrebbero attraversato due guerre mondiali, per due volte avrebbero visto il mondo crollare e rimettersi in piedi, stravolgersi per sempre sotto i loro occhi. Sono proprio loro le protagoniste di questa storia, quattro donne che incontriamo per la prima volta da ragazze, ad Amburgo, alle soglie degli anni Venti. Hanno personalità e provenienze molto diverse: Henny, di buona educazione borghese, vive all'ombra della madre e ama il suo lavoro di ostetrica più di ogni cosa; l'amica di sempre Kathe, di estrazione più modesta, emancipata e comunista convinta, è un'appassionata militante; Ida, rampolla di buona famiglia, ricca e viziata, nasconde un animo ribelle sotto strati di convenzioni; e Lina, indipendente e anticonformista, deve tutto ai suoi genitori, che sono letteralmente morti di fame per garantirle la sopravvivenza. Insieme crescono e vedono il mondo trasformarsi, mentre le loro vicende personali s'intrecciano in una rete intricata di relazioni clandestine, matrimoni d'interesse, battaglie politiche e sfide lavorative, lutti e perdite, eventi grandi e piccoli tenuti insieme dal filo dell'amicizia. Pagine che ci fanno respirare il fascino d'epoca di un mondo che non c'è più: i cocktail al vermut, i cappelli a bustina, gli orologi da tasca e gli sfarzosi locali da ballo, ma anche le case d'appuntamenti, i ristoranti cinesi e le fumerie d'oppio del quartiere di St Pauli. E poi la lenta, inesorabile disgregazione di tutto, la fine di ogni libertà, il controllo sempre più pressante delle SS, la minaccia nazista... Quattro donne, un secolo di storia: "Figlie di una nuova era" è il primo capitolo di una nuova trilogia tutta al femminile.

Colgo, nuovamente. l'occasione per ringraziare di cuore la casa editrice che mi ha dato questa grandissima opportunità. Se non fosse stato per questo evento, mi sarei lasciata sfuggire questo capolavoro.
Questa è la storia della vita di quattro donne che in comune hanno proprio poco. Sono quattro donne molto diverse, ma che sono simili perché vivono gli stessi problemi che il loro essere donna procura. Queste coraggiose quattro donne che fanno da esempio per tutte le altre, hanno vissuto due guerre mondiali e tutti i disastri e le sofferenze che ne conseguono. Henny, giovane donna che aspira a diventare un'ostetrica si trova sempre nell'ombra della madre forte di personalità. Kathe, la sua amica del cuore, anche lei aspirante ostetrica, ma di estrazione più modesta e comunista convinta non si lascia prendere dalle gioie della vita comune. Ida, unica figlia di un ricco commerciante, ha sempre vissuto nella ricchezza senza mai doversi preoccupare di lavorare. Infine, Lina, giovane donna che è cresciuta troppo in fretta a causa dell'enorme consapevolezza che i suoi genitori sono morti per lasciare a lei e a suo fratello più cibo da mangiare. 
Donne caratterialmente forti che fanno da esempio delle donne di quell'epoca, costrette a soccombere, spesso, alla volontà della famiglia e a quella della società. Donne dall'animo sensibile e dolce, pronte a tutto pur di salvare le persone a loro care. Donne che prima o poi si incontreranno, portando una ventata di specialità nella vita di ciascuna. Ognuna di loro è in grado di donare qualcosa all'altra e, soprattutto, al lettore che legge con voracità le loro storie. Come ho scritto all'inizio, questo libro non fa parte del genere che leggo solitamente e se non fosse stato per la collaborazione con la casa editrice e per altri fattori (come la gentilissima blogger che ha organizzato l'evento), non avrei mai letto un libro di questo spessore. Questa storia non si può paragonare alle altre perché è di un livello superiore sotto diversi aspetti. I personaggi sono ben descritti, sia i principali che i secondari. L'autrice è stata in grado di caratterizzare ogni donna, uomo e bambino presente nella storia. Ogni persona ha i suoi pregi e i suoi difetti e questo aspetto ha reso solo più umano ogni personaggio. Come ribadisco ogni volta, questo aspetto non è così scontato, perché tante volte, i personaggi sono costruiti in modo alquanto perfetto fino a risultare solo un artificio della fantasia. Mi è piaciuto particolarmente il fatto che l'autrice si sia soffermata su diverse tipologie di donne, così da darci un quadro completo della situazione. Il contesto storico fa da sfondo senza risultare opprimente. Le descrizioni sono presenti, ma non appesantiscono la lettura. Come ormai ben sapete, difficilmente leggo romanzi storici in quanto ho avuto delle spiacevoli esperienze passate. Questo non è il caso. Anzi, è uno di quei libri che mi fanno ricredere sul genere del romanzo storico. Ho adorato ogni singola caratteristica di come l'autrice abbia deciso di descrivere il 1900, tanto da amare ancora di più le lezioni passate di storia. Sicuramente un altro aspetta a favore di questo romanzo sono i vari spunti di riflessione che troviamo. In questo momento non mi soffermerò troppo in quanto potete trovare le varie riflessioni nel blog che hanno partecipato al review tour, ma vorrei solo dire due parole veloci. Nell'ultimo periodo mi è stato difficile continuare a leggere come una volta: trovavo diverse difficoltà nel trovare un libro che mi piacesse davvero, non solo per passare un po' di tempo, ma anche che mi desse qualcosa. Questo libro, oltre ad avermi dato diversi momenti di riflessione su temi importanti come l'emancipazione della donna, il suo rapporto con la società moderna e con l'uomo, credo che sia entrato piano a piano, con le sue parole graffianti e taglienti, all'interno tanto da lasciarmi un piccolo pezzetto suo che presto o tardi maturerà portandomi ad essere la persona che sarò con maggiore consapevolezza di me stessa e del mio essere donna.

domenica 25 novembre 2018

REVIEW TOUR - "Quando sei con me" di Federica Alessi

Buongiorno miei carissimi lettori, come state? Oggi da me è molto nuvoloso ed entro fine giornata si metterà a piovere. Tempo perfetto per leggere un libro davanti alla stufa con una bella tazza di tè. Questa recensione cade a pennello! "Quando sei con me" è il libro perfetto per una giornata come questa. Ringrazio la casa editrice per la gentile copia offertami e vi ricordo che se volete comprare i libri che vi consiglio, vi chiedo gentilmente se potete farlo attraverso i link che vi lascio siccome sono affiliata ad Amazon. A voi non cambia nulla, non pagate nulla di più, ma se fate i vostri acquisti tramite i miei link, Amazon mi da un piccola percentuale del prezzo di copertina del libro. I soldi guadagnati, mi servono per alimentare il blog. Grazie per il supporto.


Titolo: Quando sei con me
Autore: Federica Alessi
Data d'uscita: 15 novembre 2018
Casa Editrice: Libromania
Pagine: 159
Prezzo: 1,99€
Dove Trovarlo




Michael e Aubrey sono quello che resta di una famiglia modello. I loro genitori sono conosciuti nella città in cui vivono e non possono più accettare gli affari loschi in cui quel ragazzo è andato a infilarsi per l’ennesima volta e per questo lo cacciano di casa. Sua sorella Aubrey lo adora in tutto e per tutto e non lo abbandonerebbe mai, anche a costo di andare contro la sua morale. Insieme sono più forti e decidono di andare via, ma la situazione si fa ulteriormente difficile. Micheal viene catturato da quei criminali e Aubrey è costretta a diventare adulta molto velocemente: deve affrontarli in prima persona e negoziare, tutto per salvarlo. L’unico modo per riprendersi suo fratello è quello di iniziare una collaborazione con questi personaggi loschi e partecipare ai loro affari. Allo stesso tempo Aubrey deve rifarsi una vita che possa sembrare normale agli occhi di tutti e come prima cosa prova a cercarsi un lavoro. Un po’ intimorita entra nel Dixie’s uno dei pochi bar della zona di Helena. È preoccupata e si aspetta tutto tranne che trovare in fondo al bancone degli occhi profondi che la imbarazzano e la sconvolgono allo stesso tempo: appartengono ad Adam McKinley. È un fulmine a ciel sereno per entrambi e questo si capisce immediatamente. Aubrey inizia subito il suo lavoro al Dixie's e tra di loro nasce una bellissima storia d’amore. Ma cosa succederà quando Adam scoprirà i legami di Aubrey con l’organizzazione criminale?


Ebbene miei carissimi lettori, penso che il battere i tasti della tastiera in modo frenetico, come se fossi posseduta, sia una caratteristica dell'ultimo periodo. In questo momento dalla velocità con cui i miei pensieri vogliono essere espressi, non riesco quasi a leggere le lettere sui tasti. Per questo motivo mi vorrei scusa in anticipo se questa recensione risulterà confusionaria, ma come è successo diverse volte, se succede questo è perché il libro mi è piaciuto molto!
Abbiamo in mano il secondo volume auto-conclusivo di una serie e i riferimenti di questo volume al precedente, hanno fatto crescere in me la voglia di leggere anche il primo volume. In questo libro, la storia si concentra su Aubrey, figlia di ricca famiglia che decide di abbandonare tutti i suoi pregi per seguire il fratello esiliato. Il grande problema è che suo fratello è stato esiliato dalla famiglia per una "buona" ragione: guadagnava soldi sporchi con traffici poco raccomandabili. Un giorno viveva con suo fratello e il suo amico e il giorno dopo si è trovata da sola cercando un modo per tirare fuori suo fratello dai guai. I soldi sono il fulcro della faccenda e per questo motivo e per diversi altri, non può rimanere nella città in cui ha vissuto. Per questo motivo si trasferisce ad Helena, in un piccolo appartamento molto impersonale... Ora il prossimo passo da fare è trovare un lavoro che possa fornirle nel minor tempo possibile i soldi necessari. In questo modo si trova a lavorare al Dixie's come ballerina di lap dance. Non è un lavoro facile, ma non pensava che fosse così arduo. Incontra delle difficoltà già dalla prima sera, quando sente il suo corpo bruciare da uno sguardo molto caldo. Quello sguardo appartiene ad Adam McKinley. Un uomo fatto e finito. Sexy da morire che sa quello che vuole e fa di tutto per ottenerlo. 
Ho avuto l'opportunità di leggere qualcosa di Federica Alessi ancora qualche tempo fa e già da quel momento avevo iniziato ad apprezzare il suo stile di scrittura. Dopo questa storia posso dire una cosa sola: come fai a scrivere così? Vorrei avere la sua capacità di scrittura! Il suo stile è fresco, lineare e pulito che rende accattivante ogni frase da lei scritta. Era diverso tempo che non leggevo così volentieri un libro e "Quando sei con me" mi ha ridato la grinta di leggere come un tempo. Federica Alessi ha questa grandissima capacità: ti attira fin dalle prima pagine, attraverso un filo sottile, fino a quando è troppo tardi per "staccarsi" tanto che non ti resta che divorare tutto d'un fiato la sua creazione. Il suo ritmo è incalzante, quasi frenetico che ti porta a leggere senza interruzioni la storia. Ora direi di passare alla parte noiosa. I personaggi hanno sia i loro lati positivi che i loro lati negativi e questo li ha resi molto reali, tangibili tanto da rendere facile il processo di immedesimazione. Come ho scritto nella mia ultima recensione, non è una caratteristica comune da trovare nei romanzi, spesso si trovano dei personaggi troppo perfetti o troppo "sbagliati" da risultare poco credibili. Questo non è il caso! Ho amato il passaggio che ha subito Aubrey: da ragazzina spensierata e viziata ad una donna che deve prendersi le sue responsabilità. Ho adorato anche Adam anche se a volte troppo focoso per i "miei gusti". Le descrizioni che sono presenti di certo non appesantiscono la lettura, come spesso succede, anzi, la rendono più interessante e particolareggiata. Che altro dire? Libro ottimo per questo periodo! Perfetto per passare una domenica pomeriggio coccolate dalla dolce e frizzante storia d'amore di Aubrey e Adam. La mia valutazione:

sabato 24 novembre 2018

I 10 libri che vorrei leggere entro la fine dell'anno

Buongiorno miei carissimi lettori, come state? Ormai siamo a metà novembre, il Natale si avvicina sempre di più e la fine dell'anno ormai è imminente. Navigando su Instagram ho trovato l'ispirazione per questo post. Ho pensato, siccome ho poco tempo e spesso sono troppo stanca per leggere, perchè non stilare una lista dei libri che vorrei tanto leggere prima che il 2018 ci saluti? Ecco qui la mia lista, fatemi sapere se qualcuno di questi titoli fa parte anche della vostra lista o se ne avete letto qualcuno.


Titolo: Tempesta di Guerra
Autore: Victoria Aveyard
Casa Editrice: Mondadori
Data d'uscita: 13 novembre 2018
Pagine: 585
Prezzo: 19,90€
Dove Trovarlo:




Mare Barrow lo ha imparato fin troppo bene quando Cal l'ha tradita, ferendola a morte. Ora, desiderosa di proteggere il proprio cuore - e di assicurare la libertà ai rossi e ai novisangue come lei -, è determinata a rovesciare il regno di Norda una volta per tutte e togliere la corona dalla testa di Maven. Ma non esiste battaglia che si possa vincere da soli, perciò, in attesa che i rossi si preparino a insorgere, Mare è costretta a fare fronte comune proprio con il ragazzo che le ha spezzato il cuore. Solo così potrà forse riuscire nel suo intento e sconfiggere colui che l'ha quasi distrutta. Perché lei, insieme agli argentei, i potenti alleati di Cal, e alla Guardia Scarlatta, ha nelle mani una forza formidabile. Ma l'ossessione che guida le mosse di Maven è profonda e lui non si fermerà fintanto che non avrà di nuovo dalla sua parte Mare, anche se questo significa demolire tutto - e tutti - lungo la strada. La guerra è ormai alle porte e ciò per cui Mare ha lottato finora è in pericolo. Sarà sufficiente la vittoria per far cadere i regni argentei? Oppure la ragazza che controlla i fulmini sarà costretta per sempre al silenzio? Nel capitolo finale della serie di Victoria Aveyard, Mare dovrà finalmente abbracciare il suo destino e chiamare a sé l'intero suo potere, perché a questo punto tutto dovrà essere messo alla prova. Ma non tutto sopravviverà...



Titolo: Il destino divide
Autore: Veronica Roth
Casa Editrice: Mondadori
Data d'uscita: 26 giugno 2018
Pagine: 382
Prezzo: 15,90€
Dove Trovarlo:




Non ci si può opporre al proprio fato. Sarebbe sciocco, oltre che inutile, perché non si può andare contro qualcosa di inevitabile. Lo sanno bene Akos Kereseth e Cyra Noavek, eppure, fin dal momento in cui è stato reso pubblico il loro, di fato, si trovano in bilico tra l'accettazione del proprio destino e il desiderio di tentare l'impossibile e cambiarlo. Akos non ha potuto fare a meno di innamorarsi perdutamente di Cyra, nonostante il suo fato preveda che lui morirà proprio al servizio della famiglia Noavek. E quando il padre di lei, Lazmet - un tiranno spietato e senz'anima che tutti avevano creduto morto -, torna alla ribalta reclamando per sé il trono degli shotet, il ragazzo si convince che la sua fine è ormai vicina. Nel momento in cui Lazmet innesca la tanto temuta guerra tra thuvhesiti e shotet, i due ragazzi sanno di non avere scelta, devono cercare di fermarlo in tutti i modi possibili. Anche se per Cyra questo potrebbe significare togliere la vita a suo padre, e per Akos perdere la propria. In un colpo di scena sbalorditivo, i due scopriranno quanto il fato che guida le loro vite possa sorprenderli in modi assolutamente inaspettati.

Siccome quest'anno è uscito l'ultimo libro della serie Throne Of Glass, vorrei iniziare questa saga.


Titolo: Il trono di ghiaccio
Autore: Sarah J. Maas
Casa Editrice: Mondadori
Data d'uscita: 25 ottobre 2016
Pagine: 462
Prezzo: 13,00€
Dove Trovarlo:


Il tempo della magia è finito e sul trono di ghiaccio siede un re malvagio quando un'assassina giunge al castello. Il suo scopo non è uccidere, ma guadagnarsi la libertà. Dovrà sconfiggere ventitré contendenti in una sfida per diventare sicario di corte ed essere così rilasciata dalle terribili miniere di Endovier. Il suo nome è Celaena Sardothien. Presto la sua lotta per la vittoria si trasformerà in una lotta per la sopravvivenza, perché un oscuro pericolo minaccia il suo mondo. A lei il compito di estirparlo prima della distruzione.


Titolo: Legend, #2
Autore: Stephanie Garber
Casa Editrice: Rizzoli
Data d'uscita: 13 novembre 2018
Pagine: 480
Prezzo: 18,00€
Dove Trovarlo:




Dopo la travolgente avventura nel mondo magico e misterioso del Caraval, Donatella Dragna è riuscita finalmente a sfuggire al padre e a salvare la sorella Rossella da un disastroso matrimonio combinato. Ma Tella non è ancora libera; per ritrovare la madre Paloma ha stretto un patto disperato con un criminale misterioso, che vuole in cambio qualcosa che solo lei può dargli: il vero nome di Legend, il Mastro di Caraval. L'unica possibilità per scoprire il vero nome di Legend è vincere il nuovo Caraval, che si terrà a Valenda, l'antica capitale dove una volta regnavano i Fati, in occasione del genetliaco di Elantine, la sovrana dell'Impero di Mezzo. Tella dovrà quindi immergersi di nuovo nella competizione magica, tra le attenzioni di un inquietante erede al trono, una storia d'amore impossibile e una ragnatela di segreti, tra cui anche quelli di Rossella. Se fallirà non potrà mantenere il suo patto e rischierà di perdere tutto, compresa forse la vita. Ma se vincerà, Legend e il Caraval saranno distrutti per sempre.



Titolo: Queen Of Air and Darkness, #3
Autore: Cassandra Clare
Casa Editrice: Margaret K McElderry
Data d'uscita: 4 dicembre 2018
Pagine: 720
Prezzo: 22,84€
Dove Prenotarlo:




What if damnation is the price of true love?

Innocent blood has been spilled on the steps of the Council Hall, the sacred stronghold of the Shadowhunters. In the wake of the tragic death of Livia Blackthorn, the Clave teeters on the brink of civil war. One fragment of the Blackthorn family flees to Los Angeles, seeking to discover the source of the disease that is destroying the race of warlocks. Meanwhile, Julian and Emma take desperate measures to put their forbidden love aside and undertake a perilous mission to Faerie to retrieve the Black Volume of the Dead. What they find in the Courts is a secret that may tear the Shadow World asunder and open a dark path into a future they could never have imagined. Caught in a race against time, Emma and Julian must save the world of Shadowhunters before the deadly power of the parabatai curse destroys them and everyone they love.



Titolo: Una ragazza pericolosa, Darkest Mind #2
Autore: Alexandra Bracken
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Data d'uscita: 30 ottobre 2018
Pagine: 383
Prezzo: 17,90€
Dove Trovarlo:


  Di fronte alla decisione più difficile della sua vita, Ruby ha fatto una scelta: ha sacrificato se stessa. E ora si ritrova costretta a usare ogni giorno le sue abilità per irrompere nella mente di prigionieri nemici o per condurre delicatissime operazioni sul campo. Abilità che di certo non ha mai né chiesto né desiderato, ma che la rendono preziosa e temuta al tempo stesso. Gli altri ragazzi della Lega dei Bambini la chiamano Leader, anche se lei si sente semplicemente un mostro. Quando poi le viene affidato un segreto esplosivo, s'imbarca nella sua missione più pericolosa: attraversare un Paese disperato e senza legge in cerca di risposte sulla malattia che ha decimato la popolazione e squarciato la sua vita e l'America. Ma per trovarle dovrà prima trovare Liam. Perché la verità è in una memory card nelle sue mani. La riuscita della missione potrebbe cambiare il destino di un'intera generazione, e di un intero Paese. Non c'è spazio per errori. E Ruby, ancora una volta, farà di tutto per proteggere le persone che ama, fino all'ultimo.



Titolo: Cordialmente perfido
Autore: Maureen Johnson
Casa Editrice: Harper Collins
Data d'uscita: 18 ottobre 2018
Pagine: 412
Prezzo: 17,90€
Dove Trovarlo:




In mezzo alle montagne del Vermont, avvolta nella nebbia e isolata da tutto, sorge la Ellingham Academy, una rinomata scuola superiore per studenti particolarmente dotati. Il suo fondatore, Albert Ellingham, aveva voluto renderla un luogo magico e misterioso, pieno di enigmi, sentieri tortuosi e giardini. "Un posto" disse, "dove imparare sia un gioco". Ma poco dopo l'apertura della scuola, nel 1936, sua moglie e sua figlia furono rapite e Dottie Epstein, la studentessa più brillante del corso, scomparve nel nulla. L'unico indizio trovato era un indovinello beffardo che elencava una serie di modi per uccidere, firmato "Cordialmente, Perfido". Il caso non fu mai risolto. Ottant'anni dopo Stevie Bell, aspirante criminologa, si presenta alla Ellingham Academy con un piano ambizioso: risolvere quel mistero. Cioè, lo farà non appena si sarà ambientata e avrà conosciuto meglio i suoi coinquilini: Ellie, l'artista appassionata di meccanica; Nate, scrittore in erba che ha già pubblicato un fantasy ma non riesce a trovare ispirazione per il secondo libro; Hayes, star di YoyTube, che è diventato famoso con una serie sugli zombie; e David, misterioso nerd sul cui conto Stevie non riesce a trovare nulla online o sui social. Poi iniziano ad accadere strane cose, e tutto a un tratto ricompare a sorpresa il misterioso Cordialmente Perfido... E quando la morte visita di nuovo la Ellingham Academy, Stevie non ha dubbi: il passato è strisciato fuori dalla tomba. L'assassino è ancora in circolazione, ma questa volta non la passerà liscia. Perché lei continuerà a cercarlo. L'enigma del passato si fonde con il mistero del presente dando vita a un'indagine mozzafiato che impegnerà Stevie Bell anche nei prossimi volumi della serie.



Titolo: Eleanor Oliphant Sta Benissimo
Autore: Gail Honeyman
Casa Editrice: Garzanti
Data d'uscita: 17 maggio 2018
Pagine: 344
Prezzo: 17,90€
Dove Trovarlo:




Mi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: benissimo. Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo. Forse è perché io dico sempre quello che penso. Ma io sorrido, perché sto bene così. Ho quasi trent'anni e da nove lavoro nello stesso ufficio. In pausa pranzo faccio le parole crociate, la mia passione. Poi torno alla mia scrivania e mi prendo cura di Polly, la mia piantina: lei ha bisogno di me, e io non ho bisogno di nient'altro. Perché da sola sto bene. Solo il mercoledì mi inquieta, perché è il giorno in cui arriva la telefonata dalla prigione. Da mia madre. Dopo, quando chiudo la chiamata, mi accorgo di sfiorare la cicatrice che ho sul volto e ogni cosa mi sembra diversa. Ma non dura molto, perché io non lo permetto. E se me lo chiedete, infatti, io sto bene. Anzi, benissimo. O così credevo, fino a oggi. Perché oggi è successa una cosa nuova. Qualcuno mi ha rivolto un gesto gentile. Il primo della mia vita. E questo ha cambiato ogni cosa. D'improvviso, ho scoperto che il mondo segue delle regole che non conosco. Che gli altri non hanno le mie stesse paure, e non cercano a ogni istante di dimenticare il passato. Forse il «tutto» che credevo di avere è precisamente tutto ciò che mi manca. E forse è ora di imparare davvero a stare bene.


Titolo: The Darkest Star
Autore: Jennifer L. Armentrout
Casa Editrice: Giunti
Data d'uscita: 7 novembre 2018
Pagine: 400
Prezzo: 16,00€
Dove Trovarlo:


Il primo capitolo della nuova saga «Origin», spin off della serie «Lux», in cui la lotta tra le due razze aliene degli Arum e i Luxen ha modificato definitivamente la vita sulla terra. Sono trascorsi anni dalla fine del ciclo iniziato con Daemon e Katy e Luc non è più un bambino troppo cresciuto dai modi terrificanti, bensì un ragazzo innaturalmente bello, con tanti demoni da tenere a bada e un futuro avvolto nella nebbia. Quando Evie Dasher, diciassettenne, lo incontra dopo essere stata catturata in un locale noto come uno dei pochi luoghi in cui gli umani e il Luxen sopravvissuti possono socializzare liberamente, inizialmente lo scambia per un Luxen... ma lui in realtà è molto, molto più potente. La sua crescente attrazione per Luc la trascinerà verso un tradimento che potrebbe distruggere la sua vita, in un mondo di cui aveva sino ad allora solo sentito parlare, un mondo in cui tutto ciò che pensava di sapere sarà smentito.


Titolo: Sei il mio danno
Autore: Jamie McGuire
Casa Editrice: Garzanti
Data d'uscita: 25 ottobre 2018
Pagine: 371
Prezzo: 17,96€
Dove Trovarlo:




Capelli color miele e sguardo impenetrabile, Darby Dixon ha tutta l'aria di essere una ragazza decisa e risoluta. In realtà, sta fuggendo dalle braccia di un uomo che non l'ha mai amata davvero e non vede l'ora di ricominciare da capo il più lontano possibile da lui. Ma adesso che è arrivata al Colorado Springs Hotel, dove lavora come receptionist, si rende conto che per lei il destino ha in serbo altri guai. E questi guai hanno un volto, quello di Scott "Trex" Trexler, noto per il suo fascino irresistibile, che fa innamorare tutte le ragazze, e per il mistero che avvolge la sua storia personale di cui nessuno conosce i dettagli. Nel momento stesso in cui Trex mette piede in hotel e incrocia i suoi occhi, Darby sa che non è l'uomo giusto per lei. Glielo dice anche il nodo che sente alla gola: non ha tempo né voglia di infilarsi in un'altra relazione complicata, fatta di segreti e bugie. Eppure, più ha a che fare con lui, più Trex dimostra una sensibilità inaspettata. Solo lui, con estrema dolcezza, è in grado di andare oltre i silenzi di Darby. Di interpretare le sue insicurezze, i suoi desideri e quel bisogno di affetto e protezione che, anche se non vuole ammetterlo per non sembrare troppo fragile, cerca con tutta se stessa. Forse Trex è l'occasione che aspettava per imparare di nuovo ad amare. Ma Darby, che teme un altro tradimento, non è ancora pronta ad affidargli il suo cuore. Ad aprirsi completamente con lui. E quando il passato si ripresenta deciso a farla soffrire ancora una volta, scoprirà insieme a Trex che le parole non dette possono far male più della verità.


giovedì 22 novembre 2018

REVIEW PARTY - “Uno Scatto Di Troppo” di Eveline Durand


Buongiorno miei carissimi lettori, come state? Oggi vi portò la recensione per il Review Party organizzato per la Too Much Series organizzato dalla casa editrice Delrai Edizioni che ringrazio per la copia. Vi lascio la presentazione scritta dalla casa editrice: Tre racconti romantici e divertenti, dai toni leggeri e pieni di dolcezza. Tre storie autoconclusive, specchio dell’amore contemporaneo; Patricia è una giovane scrittrice che mette nei guai il suo primo amore con un’innocente bugia; Grace è una wedding planner che ama i dolci e i giovani pasticceri sensuali; Juniper è un peperino che non riesce a dimenticare l’unico ragazzo capace di tenerle testa in famiglia. Quando la passione è troppo travolgente per resistere… brevi romanzi piccanti, note ammiccanti per una lettura piacevole e originale.


Titolo: Uno scatto di troppo
Autore: Eveline Durand
Casa editrice: Delrai Edizioni
Data d'uscita: 28 novembre 2017
Pagine: 137
Prezzo: 2,99€
Dove Trovarlo:




Lo conosco da sempre e so di desiderarlo da quando i miei ormoni hanno iniziato la loro prospera carriera. Mentre mi piega alla sua volontà con il tocco della sua lingua, reagisco irrigidendomi. L’unica cosa che riesco a fare è stringere le cosce, afflitta dal bisogno di sentire il suo tocco. Non sono ancora convinta, temo che sia l’ennesima messinscena per stuzzicarmi. È sempre stato così tra noi. «Se mi stai prendendo in giro, te la farò pagare» lo minaccio debolmente.«Non vedi come mi hai ridotto? Sei tu quella che mi provoca sempre» ribatte. «Mi sono stancato di guardare e basta. Sai da quanto tempo sogno di farti questo?» insiste, provocandomi una sorta di capogiro. «Lo hai nascosto molto bene...» «Chiudi il becco. Sei l’unica che mi riduce in questo stato, sei l’unica che sa tenermi testa così. Abbiamo bisticciato abbastanza. Adesso. Si. Fa. Sul. Serio.»

Una Bonet e un Roche, insieme. Quattro sorelle e un solo ragazzo. Quale di loro sarà destinata a stare con l’unico figlio dei Roche? Da sempre Roche e Bonet condividono ogni evento mondano, comprese le chiassose feste di Natale. Ed è proprio durante una di queste che una giovanissima Juniper sente le crudeli parole del ragazzo che segretamente ama: Tutte tranne lei.Anni dopo, Juniper è fuggita dal passato e si è trasferita a Brooklyn, diventando una promettente fotografa. Renè lavora come reporter in un noto programma di gossip, Blink Eye. Quando l’occhio della sua insolente telecamera colpisce Simon, il migliore amico di Juniper, i due sono costretti a scontrarsi. Determinata e con la lingua tagliente, lei tira fuori gli artigli e affronta il ragazzo che le ha spezzato il cuore. Come spesso accade, niente è come sembra, una rivelazione scioccante può sconvolgere i piani. Ma si può dimenticare il vero amore quando l’attrazione esplode?

Primo romanzo della serie Too Much: Una scrittrice troppo bugiarda, disponibile su Amazon. Secondo romanzo della serie Too Much: Troppo giovane per me, disponibile su Amazon.

Biografia dell'autrice: Eveline Durand non ama molto parlare di sé. Come autrice, tanta riservatezza è da lei stessa giustificata con l'esigenza di lasciarsi andare alla scrittura, ma in realtà la sua è solo timidezza. Grande sognatrice a occhi aperti, ha sempre con sé un quaderno per prendere appunti, veste sempre di nero e le piace andare al cinema da sola. La sua libreria occupa l'intero soggiorno. Scrivere romanzi rosa è il suo modo per esprimere al meglio una sua teoria: l'amore romantico è molto più divertente se condito con una buona dose di torbida passione.
Non avevo mai sentito parlare di questa serie, fino a quando una gentilissima blogger, incaricata dalla casa editrice, non mi ha contattato. Volevo premettere che la recensione è di una novella di circa 140 pagine e di conseguenza la valutazione non può essere pari a un libro vero e proprio.

Siamo catapultati, fin dalle prime pagine, all'interno della vita di Juniper come dei spettatori invisibili che la conoscono da sempre. Infatti, la grandissima sensazione che mi ha trasmesso l'autrice, con questa modalità di introduzione della storia, è che Juniper per me fosse una cara vecchia amica di cui già conoscevo parte della storia. Infatti, la prima scena si svolge come un continuo di una storia già conosciuta, regalando questa bellissima sensazione. Fin dalle prima pagine incontriamo Renè, il classico ragazzo misterioso e affascinante. Siamo alla festa di diploma di Juniper e di sua sorella ed è stata invitata anche la famiglia di Renè, in quanto i Bonet e i Roche fanno sempre tutto insieme. Non credo di aver mai letto nessuna storia dove due famiglie fossero così legate ed unite tanto da non aver (quasi) una distinzione, ma come se fossero tutti una grande famiglia. Queste poche (troppo poche) pagine sono centrate su alcuni episodi della relazione tra Renè e Juniper. Sebbene siano pochi appuntamenti, riusciamo a cogliere lo stesso la maturazione dei personaggi con conseguente maturazione del loro rapporto. Ho adorato il loro modo di "punzecchiarsi" fino a quando, diventati ormai adulti, sono riusciti, la maggior parte delle volte, a risolvere i conflitti in modo maturo. Questa novella è un grande esempio di com'è la vita reale: purtroppo, alcune storie non riescono ad essere reali, ma le percepisci fin da subito come finzione. Questo è un grandissimo punto a favore dell'autrice che è riuscita a scrivere di "vita reale" buttandola, spesso, sul ridere. Ottima novella da leggere per distrarsi dopo una giornata pesante per imparare a ridere anche della vita. 

Continuate a seguire il review party, ecco il calendario:


.5

venerdì 16 novembre 2018

REVIEW PARTY - "The Failing Hours" di Sara Ney

Buongiorno miei carissimi lettori, come state? Finalmente le recensioni tornano sul mio blog. Inauguriamo questo nuovo “traguardo” con la recensione di “The failing hours” di Sara Ney. Ringrazio la casa editrice per la copia e vi ricordo che se volete comprare i libri che vi consiglio, vi chiedo gentilmente se potete farlo attraverso i link che vi lascio siccome sono affiliata ad Amazon. A voi non cambia nulla, non pagate nulla di più, ma se fate i vostri acquisti tramite i miei link, Amazon mi da un piccola percentuale del prezzo di copertina del libro. I soldi guadagnati, mi servono per alimentare il blog. Grazie per il supporto.

Titolo: The Failing Hours
Autore: Sara Ney
Serie: How To Date a Douchbag, #2
Data d'uscita: 15 novembre 2018
Pagine: 227
Prezzo: 16,90€
Dove Trovarlo:

Zeke Daniels non è solo un cretino; è proprio uno stronzo, un idiota totale.
Zeke tiene le persone a distanza. Non ha alcun interesse per le relazioni – come la maggior parte degli stronzi.
Frequentare qualcuno? Essere in una coppia? No. Non è roba per lui.
Non ha mai nemmeno pensato a cosa vorrebbe in una ragazza, perché non ha mai avuto alcuna intenzione di averne una.
Diavolo, ha a malapena una relazione con la sua famiglia, e sono imparentati; non piace nemmeno ai suoi stessi amici.
Quindi perché continua a pensare a Violet DeLuca?
La dolce e tranquilla Violet – il contrario di lui in ogni senso.
La luce contro la sua oscurità, anche il suo dannato nome richiama alla mente i raggi del sole, la gioia e stronzate del genere.
E anche questo lo fa incazzare. 
In questo momento, mentre sto battendo con frenesia i tasti della tastiera, sto cercando di mettere ordine nei pensieri alquanto confusi che riguardano questo libro. Ho avuto la bellissima opportunità di partecipare questa estate al review party del primo romanzo e solamente dopo qualche mese, l’autrice ci ha deliziate con il secondo ed ultimo volume della serie “How to date a douchbag”. Sinceramente un po’ mi piange il cuore mentre sto scrivendo questa recensione, perché è giunto il momento di salutare i personaggi di questo racconto che, come quasi tutti, mi stanno a cuore. 

Se nel primo volume abbiamo incontrato Oz e abbiamo seguito la sua storia d’amore, ora osserviamo con occhi “indiscreti” come il famosissimo e temutissimo Ezekiel Daniels si lascia conquistare da una dolcissima donna. Zeke è conosciuto da tutto il genere femminile per il suo fisico da adone greco e per i suoi occhi blu e da tutta la popolazione maschile per essere un campione di wrestling. Le donne lo vogliono solo per una scappatella, lo vogliono solo per il suo corpo e gli uomini lo ammirano per il suo talento. Fin da quando è nato ha sempre avuto problemi nel relazionarsi con la gente, tanto che non riesce a far avvicinare nessuno comportandosi da emerito stronzo (perdonate il francesismo). Diverse persone tengono a cuore Ezekiel, ma lui ha paura di un ulteriore abbandono dopo quello subito dai suoi genitori. È testardo, sempre arrabbiato con il mondo, ma ha un grandissimo cuore d’oro. Non è il tipico atleta dei film americani, il quale pensa solo al divertimento. Lui ci tiene a fare una bella figura a scuola, soprattutto per continuare a gareggiare come wrestler. Per questo motivo, per poter superare il compito di biologia, si iscrive al progetto di tutoraggio della scuola. Sarebbe da dire che è lì che incontra Violet per la prima volta, ma questa affermazione vale solo per lei. Lui avrà l’onore di sfoggiare tutta la sua maleducazione, un pomeriggio al supermercato e sarà lì che metterà in mostra le sue “migliori” doti di fronte alla sua sconosciuta tutor, Violet. Successivamente entrambi hanno il piacere di svelare le proprie carte e da lì inizierà il loro rapporto.

Ho letto con grande piacere questo volume, perchè questa autrice mi provoca una grandissima dolcezza. Adoro il suo stile di scrittura: semplice ed efficace che ti fa apprezzare la lettura senza risultare pesante. Sono presenti diverse descrizioni, ma non sono lunghe e ricche di dettagli, posso definirle essenziali per la lettura e perfette nel contesto. I personaggi sono un po' particolari a causa del loro passato, ma quest'ultimo non rende banale la storia. Purtroppo spesso capita che argomenti di questo spessore non vengano trattati come dovrebbero e vengano inseriti giusto per dare un po' di "pepe" alla storia rendendola banale. Questo non è il caso, l'autrice ha scelto un tema rilevante e ha saputo trattarlo al meglio, facendo aprire gli occhi alle proprie lettrici/ori su un argomento che magari non tutti "masticano". Un altro punto a favore è sicuramente la grande maturazione dei personaggi di cui siamo partecipi. Ho adorato il modo in cui l'autrice ci permette di essere spettatori di un processo così spettacolare. Non ho altro da dire; è un libro perfetto per una lettura dolce e simpatica da fare sotto le coperte con una bella tazza di tè.